Cloud archiviare file online

Cloud la nuvola dei file

Cloud archiviazione file online seofarming

Cloud (acronimo di nuvola), se ne sente parlare molto spesso ultimamente, allora cerchiamo di capire di cosa si tratti. Che cos’è un Cloud? Si tratta di uno spazio virtuale di archiviazione personale di dati, accessibile da qualsiasi dispositivo ed in qualsiasi momento. Avendo a portata di mano, ovviamente, una connessione Internet. Letteralmente è un hard disk esterno virtuale hostato su appositi server dedicati allo storage di massa.

Come funziona il Cloud?

Il Cloud non fa altro che sincronizzare in un unico posto online tutti i tuoi file: questo significa che l’utente che usufruisce del servizio di storage potrà scaricarli, cancellarli, modificarli e ricaricarli sul proprio Cloud senza problemi ed in modo rapido e semplice. Inoltre i Cloud permettono eventuali backup dei dati, così da non correre il rischio di cancellarli per sbaglio. I Cloud consentono anche la condivisione dei file al loro interno, con indubbi vantaggi per quanto riguarda la comodità e la rapidità.

Come usufruire di un Cloud

Esistono diverse aziende che offrono ai propri clienti servizi di Cloud: ad esempio, se si possiede un indirizzo Gmail, si avrà già a disposizione uno spazio di archiviazione dati abbastanza efficace. Esistono tanti Cloud, molti dei quali gratuiti. I migliori servizi, però, sono creati appositamente per un’archiviazione efficiente e sicura, e per questo motivo non sempre sono gratis: è il prezzo da pagare per un Cloud professionale. In alcuni casi possiamo trovare dei Cloud gratuiti e al tempo stesso professionali con l’unica particolarità che, in caso di spazio extra, richiedono il pagamento di una cifra. Che, comunque, non è mai obbligatoria.

I migliori Cloud gratis

cloud storage seofarming

 

Come anticipato poco sopra, esistono dei servizi di storage (archiviazione) che entro certi limiti, abbastanza ampi in termini di numero di Giga, risultano completamente gratuiti: poi, qualora se ne avesse bisogno, si potrà avere più spazio (molto più spazio) semplicemente pagando una piccola somma mensile. Tuttavia, a meno che non entri in ballo un’ aziende con una mole di dati molto impegnativa, la quantità di spazio garantita risulta nella maggior parte dei casi più che sufficiente. Vediamo nello specifico i quattro Cloud gratuiti: Google Drive, Microsoft OneDrive, Apple iCloud e DropBox.

Google Drive, come dice il nome stesso, è il servizio offerto da Google: il Cloud consente di salvare i propri file sui server di Google e di accedervi in remoto. La piattaforma, lanciata nel 2012, permette di usufruire di svariati servizi senza richiedere alcun pagamento.

OneDrive è la versione “nuvola” di proprietà Microsoft: nato nel 2007, il servizio consente il canonico upload e download di file attraverso la creazione di una cartella personale sul web. Come Google Drive, OneDrive è gratuita.

iCloud è il più famoso servizio di archiviazione di file online, almeno nell’universo del cellulari. Il servizio di casa Apple permette infatti di sfruttare al massimo i Melafonini (iPhone) per un accesso sicuro e veloce al proprio spazio esterno.

DropBox è il più famoso servizio di storage online dell’intera rete, caratterizzato da tantissimo spazio a disposizione (aumentabile attraverso il raggiungimento di alcuni obiettivi) e dall’estrema facilità nella creazione di liste di condivisione.

Per tutti e quattro i Cloud, il pagamento subentra solo in caso di richiesta di spazio extra, quindi di giga aggiuntivi. Semplificati la vita inizia a salvare i tuoi file nella nuvola virtuale!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here