SERP Pagina dei risultati del motore di ricerca

SSERP search Engine Result Pages

SERP acronimo inglese di Search Engine Results Page = Pagina dei risultati del motore di ricerca.

Ogni volta che ci si collega ad un motore di ricerca, effettuando una ricerca con un termine specifico, la pagina che ci viene restituita è la SERP o, in lingua italiana,risultati dei motori di ricerca per pagina”.

Per far comparire il proprio sito o la propria azienda nelle prime pagine della SERP è necessario, anzi fondamentale, avere una buona strategia di marketing.

 Altrettanto importante per il webmaster è saper riconoscere l’importanza delle informazioni contenute nelle pagine dei risultati e saperne carpire la logica di comparsa e relativo ordine e grado di importanza.

I risultati della SERP vengono spesso trascurati o quantomeno presi poco in considerazione. Saper comprende e decifrare i risultati di una ricerca da una grande opportunità. La SERP offre la “prima impressione” per l’utente alla ricerca di notizie utili al suo intento. Il webmaster dovrebbe comportarsi esattamente come l’utente finale, immedesimarsi in esso e ragionare come lui.

Analizziamo più da vicino una SERP, ricerca esempio: “Ristorante Salerno”

serp internet seofarming

Cercando su Google “Ristorante Salerno” da subito ci si rende conto che il motore di ricerca restituisce migliaia di risultati elencati per decine e decine di pagine. Vi starete chiedendo… che cosa rende un risultato più interessante di un altro? La risposta è semplice: la corrispondenza tra la parola cercata e i risultati mostrati!

Osserviamo i risultati mostrati dalla SERP: Si noti che le parole ricercate sono in grassetto. Per invogliare l’utente a cliccare e dimostrare la pertinenza, Google ha posto in grassetto il testo inerente alla ricerca effettuata dall’utente. Nello specifico, in grasseto si notano: il titolo della pagina (tutto blu), il testo della descrizione nel mezzo (nero) e il collegamento stesso alla pagina di destinazione (verde).

Ogni risultato della SERP è suddiviso in tre aree:

Area 1: Titolo della pagina (definita in gergo tecnico Page Title)

Questa è la prima riga di un determinato risultato, nella schermata di esempio è sottolineata in blu. Questo titolo deve racchiudere l’essenza della pagina. Poche parole mirate e chiare.


Area 2:
Descrizione (definita in gergo tecnico Metadescrizione)

Questa breve descrizione deve contenere le giuste parole chiave capaci di invogliare l’utente, in modo naturale e coinvolgente, a dare un’occhiata a ciò che viene offerto sulla pagina di destinazione. 


Area 3:
URL (link di destinazione)

Questo è l’indirizzo effettivo in cui la pagina risiede. L’url non è così importante per l’utente, ma è importantissimo per i motori di ricerca. È importante considerare attentamente l’URL, nella maggior parte dei casi dovrebbe contenere le parole chiave.

In conclusione, la corrispondenza delle parole chiave tra il titolo della pagina, la descrizione breve e l’url rendono una pagina più appetibile per il motore di ricerca e di conseguenza per l’utente finale. La SERP necessariamente premierà una pagina in cui la parola chiave ricercata appare in tutte e tre le aree, indicizzandola bene e ponendola nei primi risultati. Se la parola chiave è presente in tutte e tre le aree la sua corrispondenza sarà pari al 100% e la probabilità che l’utente finale clicchi su di essa sarà molto alta, essendo convinto che quella sia la pagina giusta per lui.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here