Velocità del sito e SEO: ora diventa un fattore di ranking

Ci si interroga molto spesso della correlazione tra velocità del sito e SEO. Sino al 17 gennaio 2018 i pareri in merito sono stati contrastanti. Come spesso accade, c’è sia chi ha detto che le due cose correvano su binari differenti e chi, invece, ha sempre asserito che tra le due cose c’è correlazione.

La data in questione non è casuale: proprio quel giorno, infatti, Google ha rilasciato una dichiarazione ufficiale in merito. Cosa è stato svelato? Che dal mese di luglio 2018 la SERP sarà scossa da uno Speed Update. In molti lo aspettavano da tempo, per altri è la conferma che tra velocità del sito e SEO c’è una stretta correlazione. Ma in fondo, a dire il vero, la cosa è risaputa dal 2010, soprattutto per quel che concerne la SERP  desktop.

Perché uno Speed Update?

La risposta è semplice: un sito con delle pagine a lento, lentissimo caricamento non riesce a garantire una sufficiente esperienza di navigazione. Ecco, quindi, che questo aggiornamento andrà ad agire solo sulle pagine lente, che sono le colpevoli di questa user experience di pessimo livello!

Attenzione, però: è anche importante sottolineare che l’intento di ricerca rimane, comunque, un fattore estremamente importante ed è per questo che, se rilevanti dal punto di vista contenutistico, le pagine lente potranno ancora posizionarsi bene, ma la velocità è, in ogni caso, un fattore che andrà a incidere non poco! Insomma, Big G tenderà a premiare ottimi contenuti su pagine veloci e siti performanti. Se si può offrire questo connubio, il posizionamento in SERP del proprio sito andrà migliorando.

Come testare la velocità del proprio sito? A tal scopo esistono diversi tool, tutti degni di essere utilizzati a tal scopo. Li vediamo da vicino, menzionando i più noti, performanti e utili.

Il tool Google per testare la velocità di un sito

Pagespeed Insights è uno strumento messo a disposizione da Google e, pertanto, è uno dei primi che deve essere preso in considerazione. Big G mette a nostra disposizione tantissimi strumenti ottimi e tutti molto user friendly. Questo è proprio uno dei tanti!

Come si usa? Si inserisce l’url della pagina che si vuole analizzare e si fa partire la scansione.

Verranno analizzati diversi fattori:

  • Velocità: ossia il tempo di caricamento della pagina;
  • Ottimizzazione: il grado di ottimizzazione (desktop e mobile) della risorsa analizzata;

Inoltre, vengono anche dati degli appositi consigli!

Lo strumento è del tutto gratuito ed è semplice da utilizzare ma, allo stesso tempo, anche molto utile allo scopo.

Qualche suggerimento per migliorare la velocità del sito

Il primo consiglio è quello di rendere le immagini del sito più leggere ( vi consiglio di approfondire leggendo questo articolo del SEO Specilist Max Del Rosso su come ottimizzare le immagini in ottica SEO). Potrebbe sembrare banale ma possiamo assicurare che delle immagini pesanti sono una vera e propria zavorra per una pagina. Ecco perché queste dovrebbero sempre essere compresse e ottimizzate in ottica SEO, così da velocizzare il caricamento!

Il secondo consiglio è quello di attivare il protocollo HTTP2, che permette una riduzione anche drastica dei tempi di caricamento.

Infine, consigliamo anche di velocizzare il proprio sito andando ad aderire al progetto AMP– Accelerated Mobile Page. L’obiettivo, come detto, è quello di andare a velocizzare il caricamento delle risorse da mobile. Un aspetto molto importante, da tenere sempre in considerazione.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here