SEM Search Engine Marketing

SEM Search Engine Marketing seofarming

SEM Search Engine Marketing

Secondo la maggior parte degli utilizzatori del word wide web, internet è una creatura ancora molto giovane. Le applicazioni, i programmi, le risorse, le nuove tecnologie e gli sviluppi continui nel campo delle tecnologie esistenti appaiono ad un ritmo letteralmente strabiliante. Mentre il web si evolve, lo stesso fa la terminologia e la dialettica adoperata per descriverla.

Cos’è e di cosa si occupa un webmaster? Ponendo questa domanda ad una decina di persone probabilmente otterremo altrettante risposte. Le risposte sarebbero disparate tra loro: un tecnico di internet, un designer, uno scrittore del web, uno sviluppatore, un agente commerciale virtuale….etc.

Lo stesso vale per l’ottimizzazione dei motori di ricerca. Per molte persone ad esempio, i termini SEO e SEM sono del tutto sconosciuti o ad ogni modo “nuovi”, ne tantomeno hanno idea  di cosa sia un Seo ne di cosa si occupi. Qualche utente azzarda addirittura che SEO e SEM siano la stessa cosa ma detta in due modi diversi!

Se ne deduce che, così come tra un webmaster ed un writer c’è una gran bella differenza (se non altro come manzioni), lo stesso vale tra SEO e SEM.

Entriamo ora nello specifico delle pratiche di SEM Search Engine Marketing

SEM Search Engine Marketing è un ramo piuttosto ampio del web. Per SEM si intendono tutte quelle attività capaci di generare traffico qualificato verso un determinato sito web. Lo scopoultimo ovviamente è portare al portale, tramite i risultati dei motori di ricerca, il maggior numero di utenti vivamente interessati ai suoi contenuti. Le applicazioni e i metodi principali per fare SEM Search Engine Marketing sono molteplici, valutiamo ora i principali canali:

Paid Inclusion – Inclusione a pagamento

La Paid Inclusion è semplicemente la pratica di pagare un motore di ricerca o una determinata directory per vedere aggiungere istantaneamente un sito ai loro database. Pratica molto diffusa in quanto allevia il compito di arricchire di contenuti nel tempo un sito internet e aspettare che gli spider lo scansionino per vedererne naturalmente indicizzati i contenuti. Tale procedura naturale a volte richiede diversi giorni se non settimane.

Nel caso di alcuni motori di ricerca e alcune directory, l’ inclusione a pagamento è l’unico modo per indicizzare un determinato sito nei loro database. In altri casi la paid inclusion è presentata come opzione; se si è disposti  a pagare, il vostro sito sarà indicizzato decisamente prima. L’inclusione a pagamento nei motori di ricerca, per chi può permetterselo, risulta una pratica molto utile se si desidera apportare frequenti modifiche al contenuto di un sito, perché quest’ultimo sarà visitato più spesso dagli spider dei motori di ricerca  (in questo modo si sarà in grado di verificare come i cambiamenti dei contenuti su di un determinato sito internet ne influenzino il ranking).

Pay per View (PPV)- Annunci a pagamento per visualizzazione

Gli annunci PPV a pagamento permettono l’immissione di pubblicità a pagamento nelle pagine dei risultati dei motori di ricerca (SERP). Normalmente, questi annunci vengano creati facendo molta attenzione alle parole chiave, e si paga in base al numero di impressioni (visualizzazioni), vale a dire per quante volte un annuncio pay per view appare nei risultati di ricerca. Da tenere presente che gli annunci Pay per View si pagano sempre: sia se vengono cliccati, sia se vengono solo visualizzati dagli utenti internet.

Pay Per Click (PPC) – Annunci a pagamento per click

Gli annunci pay per click (PPC) sono molto semplici da creare e da gestire. Questa tipologia di annunci pubblicitari sono totalmente controllati dall’ inserzionista. E’ l’inserzionista a decidere quali parole chiave utilizzare negli annunci e quanto è disposto a pagare per ogni click ricevuto. Ovviamente il costo di un click è fortemente collegato alla concorrenza, una keyword molto adoperata e con un buon mercato ha un costo decisamente maggiore rispetto a keywords meno inflazionate.

In questa tipologia di annunci si pagano solo i reali click, in altre parole si paga solo quando gli utenti cliccano e aprono gli annunci. Questa tipologia di annunci se non organizzata bene può portare ad un grosso dispendio di risorse, quindi scegliete attentamente le parole chiave da utilizzare.

I vantaggi delle pratiche SEM Search Engine Marketing

In contrasto puro con le pratiche SEO, le pratiche SEM offrono il vantaggio dell’ immediatezza, tutto e subito. La SEM Search Engine Marketing è consigliata, nella maggior parte dei casi, a chi necessita di aumentare subito il traffico e la visibilità sul web del proprio sito internet, tenendo ben conto che richiede una buona quantità di denaro da investire, se i problemi economici non vi affliggono allora la SEM può essere la strada giusta da percorrere.

Gli svantaggi delle pratiche SEM Search Engine Marketing

Molti webmaster e relativi proprietari di siti internet spendono tempo e denaro per convogliare il maggior numero di visitatori sui loro siti web. Ma in quanti si chiedono cosa faranno e come reagiranno i visitatori una volta entrati nei siti web interessati? Quando un visitatore entra in un sito web si hanno letteralmente pochi secondi per convincerlo a restare e navigare all’interno del portale. Le informazioni che il sito fornisce sono inerenti alla ricerca dell’utente? Sono esattamente inerenti alla volontà dell’utente? Il sito ha una buona usabilità? Un sito internet ha davvero pochi secondi per convincere l’utente che si è imbattuto nel posto giusto! Molto spesso, un sito che non rispecchia queste fondamentali caratteristiche viene escluso subito e il visitatore passa al risultao successivo della SERP.

Un sito internet che viene “spinto” attraverso pratiche SEM Search Engine Marketing deve necessariamente essere pronto ad accogliere i visitatori, solo così facendo gli annunci PPV e PPC porteranno dei risultati concreti.

… SEO prima

Nessuna campagna SEM Search Engine Marketing è completa senza una adeguata SEO a corredo. Dato che lo scopo delle pratiche SEO è quello di rendere un sito migliore sia per i motori di ricerca che per i visitatori, se ne deduce facilmente che la SEM passa in secondo piano rispetto alla SEO. Senza una efficace SEO le pratiche SEM non hanno modo di esistere. Andreste a pesca, in un mare ricco di pesci, con una rete bucata?

Leggi subito l’articolo sulla SEO…

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here