Come gestire la pagina Facebook del tuo cliente

Gestire la pagina Facebook aziendale

La pagina fan (o pagina Facebook aziendale) è ormai uno strumento di Buisness consolidato per quelle imprese che ne hanno intuito la portata strategica.

Il primo obiettivo di coloro i quali si occupano della gestione delle pagine aziendali è un ostacolo (superabile), fatto di pregiudizi e incapacità di stare al passo con i tempi: convincere le imprese miopi a curare l’aspetto social della propria attività.

Già nell’articolo dedicato alle potenzialità di Facebook, è stata più volte sottolineata la centralità del canale e la sua naturale propensione a segmentare il pubblico, attraverso l’analisi degli Insights, nella individuazione delle caratteristiche geografiche, demografiche, socio-culturali e comportamentali. Facebook, cioè, è il Medium preferenziale per l’osservazione di potenziali clienti, trarre informazioni utili per captare i loro interessi e, quindi, soddisfare la domanda.

Come è possibile infondere fiducia e far capire al nostro cliente che la pagina Facebook è importante?

1. Raccogli informazioni e fatti delle domande

Il primo passo è sempre la raccolta di dati utili, per l’inquadramento dell’attività che stiamo andando a promuovere. Ti capiteranno settori merceologici disparati, dalla produzione artigianale del gelato ai locali notturni colmi di musica, che non ti piace o che non hai mai ascoltato. Non demordere: sorridi e indossa i panni dell’esploratore alla ricerca di mondi sconosciuti.

2. Organizza le informazioni e pensa ad un piano

Non hai tutte le informazioni a disposizione, ma almeno sai di cosa si occupa l’azienda di cui curerai la pagina Facebook. Se hai già avuto delle intuizioni nel punto 1, saprai già cosa domandare al cliente una volta che lo incontrerai. Modula il tuo approccio a seconda del tipo di persona che hai di fronte, ma cerca di instaurare un rapporto di fiducia tale da coinvolgerlo e convincerlo delle tue capacità. D’altra parte la pagina FB aziendale rappresenta l’identità dell’impresa: cerca di trasmettere sicurezza in quello che dici.

3. Studia il cliente e il suo potenziale target

L’identità è il nucleo dell’impresa. Conoscere se stessi non è soltanto una disquisizione filosofica, ma è il fondamento dell’esistenza di un’impresa e del suo essere performante. La competitività e la unicità dell’attività che stai promuovendo devono risaltare subito agli occhi del pubblico, che deve conoscere attività, servizi offerti, tipicità e valori del Brand. Parallelamente al mantra esistenziale imprenditivo, segmenta il pubblico e poi focalizzati sul target che sceglierai con il cliente.

4. Illustra al cliente le tue attività e digli quanto vali

Siamo ancora in fase di analisi e pianificazione. Per la programmazione hai bisogno di materiale e di fonti da cui attingere contenuti coerenti con l’identità dell’impresa. Prima di buttarti a capofitto nel lavoro illustra al cliente che cosa fai: sei tu l’esperto in web marketing, lui si occupa di bombole del gas!
Facebook è uno strumento intuitivo, ti basta osservare gli strumenti che una pagina fan mette a disposizione nella barra superiore cliccando su “Insights”. Fai una stima del tempo e delle energie che impiegherai e pensa ad un prezzo per le tue prestazioni. Il tuo è un lavoro a tutti gli effetti, non dimenticarlo.

Ricapitolando

Dal suo ingresso nel mondo del marketing, Facebook è stato impiegato più volte da aziende lungimiranti, per la promozione e la pubblicizzazione di prodotti, servizi e Brand identity aziendale.
La gestione delle pagine Facebook aziendali comporta diverse fasi:

• Raccolta e Analisi dei Dati;
• Identificazione e definizione della Brand Identity (mission e vision aziendale);
• Segmentazione del pubblico e Targetizzazione;
• Definizione del periodo di pubblicazione dei contenuti;
• Raccolta di fonti utili per reperire materiale;
• Gestione e creazione di contenuti (Editoring, foto e video).

Non dimenticare di lasciare tutti i tuoi contatti e di essere reperibile. Credibilità e autorevolezza sono alla base di una buona comunicazione.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here